Accordo Finco/Banca Intesa San Paolo

Immagine1

Immagine2

 

L’impatto provocato sul tessuto economico dalla situazione d’emergenza per il contrasto dell’epidemia da Covid-19 ha causato danni che hanno colpito le imprese di tutti i settori e tra queste le aziende operanti nel campo delle opere Specialistiche e Superspecialistiche delle costruzioni e della manutenzione, oltre che i servizi ad esse connessi, inclusi quelli di amministrazione condominiale, e le attività di progettazione ed ingegneria.

FINCO ed Intesa San Paolo hanno sottoscritto un Accordo in proposito, che tiene conto delle ultime novità legislative e applicative emanate dall’Esecutivo e dall’Agenzia delle Entrate.
Attraverso il meccanismo dell’Eco Bonus e del Sisma Bonus è stata infatti introdotta un’importante misura consistente in un’agevolazione convertibile in credito di imposta al 110%.
Il decreto, come noto, prevede che chi riqualificherà un immobile nel periodo dal primo luglio 2020 al 31 dicembre 2021 (e forse oltre) aumentando l’efficienza energetica e/o sismica, otterrà un credito d’imposta sino ad un massimo del 110% della spesa che potrà portare in compensazione in cinque anni o cedere a terzi. Questo credito potrà anche, in alternativa, essere ceduto anche a chi eseguirà i lavori attraverso il meccanismo dello “sconto in fattura” e da questi a sua volta potrà essere ceduto ad altri soggetti, tra cui banche ed altre istituzioni finanziarie.
Si tratta per esse di un’importante possibilità di sostenere le imprese clienti aiutandole a cogliere questa opportunità di rilancio attraverso l’acquisto di tali crediti ed attivando linee di finanziamento a sostegno delle imprese che dovranno realizzare gli interventi, consentendo in tal modo a tutta la filiera di poter immediatamente proporre lo sconto in fattura avendo la liquidità immediata per partire con i lavori.

Intesa Sanpaolo, metterà a disposizione delle Imprese associate a Finco anche soluzioni di finanziamento per rispondere ad un duplice bisogno:

  • sostenere le imprese nella fase di esecuzione di lavori
  • acquistare i crediti di imposta acquisiti dalle Imprese tramite lo sconto in fattura, riducendo il peso dell’esposizione finanziaria e contribuendo in tal senso al rafforzamento delle imprese della filiera.

L’Accordo prevede altresì finanziamenti in tema di economia circolare.