ASSOFRIGORISTI – COVID-19, PROTOCOLLO PER LA SICUREZZA PER L’AZIENDA E IL CANTIERE. FORMAZIONE E REDAZIONE.

COVID-19, PROTOCOLLO PER LA SICUREZZA PER L’AZIENDA E IL CANTIERE. FORMAZIONE E REDAZIONE.

 

Assofrigoristi offre ai propri associati un servizio per la Formazione e redazione del protocollo di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus SARS-CoV-2 negli ambienti di lavoro : uffici, magazzini, officine e cantieri per frigoristi, installatori e manutentori di impianti.

Il DPCM del 26 Aprile 2020 rende obbligatorio , per le attività produttive, le attività professionali e i cantieri, di adottare protocolli di sicurezza anti-contagiodocumentati e, laddove non fosse possibile rispettare la distanza interpersonale di un metro come principale misura di contenimento, l’adozione di strumenti di protezione individuale.

I protocolli condivisi sottoscritti sono diversi, distinti per settori/categorie, quindi oltre a quello generale (sottoscritto dalle associazioni sindacali dei Lavoratori CGIL, CISL, UIL), da Confindustria, Rete Impresa Italia, Confapi, Alleanza Cooperative, Confimi, Federdistribuzione, Confprofessioni), vi è quello per i cantieri, settore del trasporto e della logistica.

I protocolli sono vere e proprie procedure di emergenza aziendali che il datore di lavoro deve implementare all’interno del sistema di gestione della sicurezza per evitare il rischio di contagio dei lavoratori che devono continuare a lavorare e non possono farlo da casa in modalità “smart working”.

Le procedure di emergenza non possono essere prassi generiche o dei meri “copia e incolla” dei protocolli condivisi allegati al DPCM del 26 Aprile 2020, ma devono essere specifiche per ogni attività e sito produttivo pertanto possono essere generate solamente dopo un’attenta valutazione del rischio da contagio basata sull’analisi di numerosi elementi.