Filiera Grandi Rischi

La Filiera Grandi Rischi nasce in ambito FINCO con l’obiettivo principale di elaborare e diffondere gli strumenti – e le capacità aziendali – volti a contrastare i rischi sismici, idrogeologici ed a quelli connessi; rispondendo così anche all’invito del Presidente della Repubblica Mattarella di attivarsi onde rendere operativo un Patto Nazionale per la prevenzione del rischio sismico.

Vi partecipano sia soggetti singoli che collettivi.
Al momento, per quanto riguarda i secondi: AISES (Associazione Italiana Segnaletica e Sicurezza), ANNA (Associazione Nazionale Noleggio Autogru e Trasporti Eccezionali), ANIDIS (Associazione Nazionale Italiana di Ingegneria Sismica), ARI (Associazione Restauratori d’Italia), ARCHEOIMPRESE, ASSOROCCIA (Associazione Nazionale Costruttori Opere di Difesa dalla Caduta Massi e Valanghe), CNPI (Consiglio Nazionale Periti Industriali), FIAS (Federazione Italiana delle Associazioni Specialistiche del Sottosuolo), INARSIND (Sindacato Nazionale Ingegneri e Architetti Liberi Professionisti Italiani), LABORATORI GRANDI RISCHI, RESTAURATORI SENZA FRONTIERE, SISMIC (Associazione Tecnica per la Promozione degli Acciai Sismici per il Cemento Armato), SOA GROUP (Società di Attestazione Lavori Pubblici), STRUTTURA DEL COMMISSARIO DEL GOVERNO PER IL SISMA CENTRO ITALIA.

Nella riunione del 5 febbraio scorso sono stati poi costituiti, all’interno della Filiera, due sottogruppi operativi: quello di Sperimentazione sul Sismabonus, al fine di delineare una procedura che consenta di massimizzare l’utilizzo del bonus, e quello sulla Piattaforma Territoriale Grandi Rischi, per la redazione di un prototipo progettuale e modulare utile alla prevenzione dei rischi idrogeologici, sismici e la tutela dei beni culturali.

La prossima riunione plenaria della Filiera Grandi Rischi si terrà il 17 Aprile a Roma.
Per chi fosse interessato a parteciparvi, scrivere a comunicazione@fincoweb.org.

Documento riassuntivo Piattaforma Grandi Rischi

Articolo AISES

Studio su Sismabonus