Unione Energia Alto Adige -SEV

logo un

 

Via Giuseppe di Vittorio, 16

I-39100 Bolzano (BZ)

Tel: +39 0471 / 064400 – Fax: +39 0471 / 064409

info@sev.bz.it – www.sev.bz.it

 

Organi

Presidente: Fuschs Hanspeter

 

Presentazione

In materia di know-how nella produzione energetica, l’Alto Adige vanta una tradizione più che centenaria. Lo sfruttamento della potenza idroelettrica ha inizio già alla fine del 19° secolo: nel 1897, a Molini di Tures in Val Pusteria, prende servizio la
prima centrale elettrica. Nello stesso anno, a Tel nei pressi di Merano, sorge la prima grande centrale idroelettrica dell’Alto Adige cui, nel periodo antecedente la Grande Guerra, seguono quelle di Dobbiaco, Ortisei, Silandro, Malles, Brunico, Bressanone, Caldaro, Selva di Val Gardena, Monguelfo, Laces, Vipiteno, Nova Levante, Trafoi, Valdaora e Senales.

Dopo l’annessione all’Italia, vengono costruite le centrali elettriche di Marlengo (1924-25) e della Val di Vizze (1927). Nell’ambito della sua politica autarchica, il regime fascista investe nello sfruttamento della forza idroelettrica altoatesina: nel 1931 viene messa in esercizio la centrale di Cardano, all’epoca la più grande del suo genere in Europa, cui segue nel 1938
quella di Ponte Gardena. Allo scoppio della Seconda Guerra Mondiale, le centrali elettriche altoatesine coprono il 12 percento del fabbisogno nazionale.

Nel 1941, in Alta Venosta, prendono il via i lavori per la costruzione del bacino artificiale di Resia. Solo dopo la tragedia del Vajont nei pressi di Longarone, risalente all’ottobre 1963, l’Italia decide di rinunciare alla costruzione di ulteriori
sbarramenti artificiali nell’arco alpino. La produzione energetica locale è ampiamente sottratta all’influenza della Provincia di Bolzano e, per diversi decenni, le imprese italiane, tra cui in primo luogo l’ENEL, trarranno profitto dall’“oro bianco” dell’Alto Adige.

I vantaggi per i soci

  • Sostenibilità ed efficienza: i nostri progetti speciali
  • Assicurazioni: le vostre preoccupazioni sono le nostre
  • Informazioni e consulenza: sempre all’avanguardia
  • Acquisire influenza in Alto Adige, in Italia e in Europa
  • Una nuova mentalità per guardare al futuro
  • Innovazione: all’avanguardia della tecnica